Elaborazione dati in corso…

Atitur

Vigo
Galizia: Irlanda spagnola

Viaggio su Misura

Galizia: Irlanda spagnola

Fly and Drive

DURATA: 10 notti con partenze libere

Hotel 3* / 4* / Charme / Deluxe / Parador

da € 985 per persona

La Galizia occupa l’estremità nord occidentale della Spagna ed è, come la Catalogna e come in generale tutte le terre di confine, un mondo a sé stante, particolare e molto diverso dalla Spagna continentale. Terra verdissima, mutevole, di antica origine celtica, offre paesaggi forti dominati da brughiere spazzate dal vento e dall'immensità dell’oceano Atlantico: una sorta di Irlanda in terra spagnola!

Gallery

INFO UTILI E NOTE DI VIAGGIO Programma di viaggio
Condividi sui social
giorno01
ITALIA / PORTO

Volo di linea per Porto, nel nord del Portogallo, ritiro dell'auto a noleggio, trasferimento in città e pernottamento in hotel.

Veduta panoramica di Baiona
giorno02
PORTO / BAIONA / VIGO (km 208)

Dopo una passeggiata in centro a Porto o alle celebri cantine, partenza per la Galizia con tappa a Baiona, cittadina con un piccolo centro antico, alcune spiagge di sabbia, la fortezza e le mura che oggi sono divenute il Parador della città. Proseguimento per Vigo, città portuale che conserva un centro storico dall'aspetto marinaro tradizionale. Nonostante appaia moderna, trafficata e poco accogliente, Vigo è un ottimo punto di partenza per farsi una prima idea della frastagliata costa della Galizia e delle Rias, le profonde insenature che si insinuano nella terra quasi a formare lunghi fiordi in cui l'acqua del mare diviene immobile, perdendo gradualmente l'energia che sferza l'Oceano e costituendo pertanto approdi sicuri e luoghi ideali sui quali fondare le città ed i porti. Pernottamento in hotel a Vigo.

Spiaggia da Rodas sulle Isole Cies
giorno03
ISOLE CIES

Giornata dedicata al mare e alla natura con l'escursione alle Isole Cìes. Raggiungibile in traghetto dal porto di Vigo (da 5 a 10 corse giornaliere), l’arcipelago è formato da tre isole protette e completamente chiuse al traffico. Praia das Rodas, un'ampia e tranquilla baia di sabbia bianca con l'acqua turchese, è considerata tra le dieci spiagge più belle del mondo. In virtù del numero limitato di turisti che ogni giorno possono accedere all'isola, è opportuno acquistare il biglietto per il trasporto marittimo in anticipo. Pernottamento a Vigo.

Cattedrale di Santiago de Compostela
giorno04
VIGO / SANTIAGO DE COMPOSTELA (km 95)

Partenza per Santiago de Compostela e visita di questa bella città d'arte, tappa finale del Cammino, patrimonio UNESCO e centro gastronomico di prim'ordine. Dominata dalla cattedrale che conserva le spoglie di San Giacomo, Santiago offre un'atmosfera particolarissima, fatta di preghiera e condivisione ma anche di apertura al mondo, conversazione e scambio. Le migliaia di pellegrini si riversano lungo le stradine del centro medievale per raggiungere la cattedrale o riposare nel cuore della piazza antistante che si riempie di persone, zaini, biciclette, macchine fotografiche, rosari e conchiglie. Inevitabilmente l'altra faccia della medaglia è la macchina più banalmente turistica fatta di ristoranti e negozi di souvenir poco originali che poco hanno a che fare con la spiritualità. Anche non essendo pellegrini, la visita alla maestosa cattedrale è quasi obbligatoria. Nelle liturgie di alcuni giorni di festa la chiesa diventa il magnifico scenario per il rito del "botafumeiro", il grande incensiere di oltre 50 kg che viene azionato tramite un sistema di funi ed oscilla lungo la navata centrale. Pernottamento in hotel o nel Parador 5 stelle che si affaccia sulla piazza della Cattedrale.

Finisterrae
giorno05
ESCURSIONE A FINISTERRE (km 210)

Giornata di vento ed orizzonti infiniti lungo le strade che conducono a Cabo Finisterre, il promontorio sovrastato dal faro in cui si pensava finisse il mondo. Il tragitto di andata attraversa le campagne e scende fino alla penisola sui cui lati opposti si aprono due spiagge di sabbia: verso ovest la più selvaggia e ventosa, verso est la lunga baia di Langosteira. La strada di ritorno segue un tortuoso e panoramico percorso costiero lungo il quale il paesaggio cambia continuamente. Vale una sosta la lunga e selvaggia spiaggia di Carnota alle spalle della quale si trova un grande ed antico horreo (granaio tradizionale). Pernottamento a Santiago.

La Coruna, Torre di Hercules
giorno06
SANTIAGO DE COMPOSTELA/ LA CORUNA (km 75)

Partenza per La Coruna, cittadina fortemente legata alla propria vocazione commerciale e portuale con il faro romano della Torre Hercules, gli edifici “ricamati” in vetro (le galerias) ed un ascensore trasparente di forma sferica con vista spettacolare sulla costa. Pernottamento in hotel.

Isla Pancha in Galizia
giorno07
SPIAGGE, FARI E PAESAGGI

Giornata dedicata ai dintorni, un susseguirsi di promontori, scogliere e spiagge di sabbia. L’itinerario ideale tocca Punta de Mera, le brughiere e le baie di Ferrol e il faro di Punta Candieira. Pernottamento in hotel a La Coruna.

Rovine del convento a Pontevedra
giorno08
LA CORUNA / PONTEVEDRA (km 140)

Partenza per Pontevedra, il più bel centro storico della Galizia costituito da piazzette eleganti, viuzze antiche, edifici storici e una piacevole zona commerciale con negozi e ristoranti. Pernottamento in hotel o nel Parador ricavato da una residenza nobiliare del XVI secolo.

Horreos a Combarro
giorno09
LE RIAS BAIXAS

Giornata alla scoperta delle Rias Baixas. La prima tappa è Combarro, un piacevole porticciolo tradizionale in cui le case marinare, strette ed addossate le une alle altre, si affacciano direttamente sull'acqua tranquilla della Ria. Tra una casa e l'altra sono dislocati una trentina di "horreos", costruzioni tradizionali in legno o pietra, risalenti anche al '700, che venivano utilizzate per conservare il grano ed altri elementi: i pilastri che sollevano i granai dal terreno facendoli somigliare a palafitte (al punto che gli abitanti del luogo vi apparecchiano improvvisate tavole da picnic per pranzare all'ombra), che servivano a preservare le sementi dagli animali selvatici e dall'umidità. Prosecuzione per la spiaggia di Melide e i fari di Cabo Home e Punta Robaleira oppure, in alternativa, per O Grove e Toxa, paradiso dei frutti di mare. Rientro a Pontevedra e pernottamento.

Piazza di Viana do Castelo
giorno10
PONTEVEDRA / VIANA DO CASTELO (km 120)

Attraversiamo di nuovo il confine fermandoci a Ponte de Lima, tipica cittadina che si vanta di essere l'insediamento più antico del Portogallo. Proseguimento per Viana do Castelo in tempo per una passeggiata nel centro storico e per sedersi in riva al mare ed assistere ad uno dei tramonti più intensi che il Portogallo possa offrire. Pernottamento in hotel.

giorno11
VIANA / PORTO / ITALIA

Partenza per l’aeroporto di Porto (80 km di autostrada), rilascio dell’auto a noleggio ed imbarco sul volo per l’Italia.